2.8.11

l'amant

Nell'Indocina del 1929, tra gli stupendi scenari della foce del fiume Mekong e le vie trafficate di Saigon, una 15enne francese di famiglia borghese diventa l'amante di un uomo cinese 30enne, ricco e nullafacente. Lui l'ama, lei si lascia amare. Quando, tre anni dopo, lui è costretto dalla famiglia a sposarsi, lei s'imbarca per la Francia e scopre di averlo amato. 
Il regista Jean Jacques Annaud fa parlare i corpi dei protagonisti come nessun dialogo può.
la storia è tratta dall'omonimo romanzo autobiografico di Marguerite Duras del 1984. 
L'amore proibito che la stessa scrittrice ha vissuto tra i suoi 15 e 17 anni, non solo per la sua età, ma anche dalle convenzioni sociali, la differenza di razza e di ceto, non potevano essere ignorate.
Dalle stesse parole del regista "Il film è la storia di un conflitto fra ragione e sentimento e l'idea è quella del rifiuto del corpo, della difficoltà che ha la mente di accettare la naturalità e l'istintività del desiderio". 


Stupendo film del 1992 che ha sconvolto molti dei miei sogni. 


















(l'ali coquette..la duchessa dell'indocina)