7.12.11

l'ali (mercurio) e le (piccole) soddisfazioni della vita

oggi ho cercato un diversivo per allietare il mio noioso pomeriggio lavorativo, perchè disegnare marchi non è rilassante come fare le pizze.
tra conversazioni (divertenti) virtuali, telefonate, organizzazione di pulmini (accidenti a me), smessaggiate, organizzazione di cocktail d'asporto a modi gita-delle-superiori, la pagina di illustrator aperta con le bozze di un logo, ho deciso che era arrivato il momento di farmi un regalo....a dire la verità l'ennesimo regalo, perchè ieri mi sono regalata un libro d'illustrazione per l'infanzia (chi mi conosce sa che ho una vera passione) con la storia di una bambina che aspetta per 9 mesi la sorellina (che non è una previsione del sogno premonitore della mia nonna, oddio dovrei aprire una parentesi dentro alla parentesi a modi tonda quadrata e graffa ma ignoro la posizione nella tastiera...la faccio breve....nel sogno la mia nonna tutta bella sorridente veniva a dirmi che presto avrei aspettato un bambino ma non sapevamo nessuno di chi fosse stato, padre ignoto...speriamo proprio di no cazzo) comunque nonna cara è la seconda volta che ti sogno da quando sei morta e mi vieni a dire questa cosa?? potevi anche evitare...ma non si torna indietro...comunque non era di questo che volevo raccontare, ma dei regali che mi sono fatta questi giorni: una sorta di kit leopardo per ogni evenienza, che se indossato tutto insieme la tigre del ribaltabile (o la tardona del bollicine) mi fa una pippa!
bando alle ciancie, il regalo che più mi da soddisfazione è questo di oggi pomeriggio: le adidas original wings 2.0 disegnate da Jeremy Scott. vi amo già.
mai viste, mai provate, mai indossate e comperate un po' così a scatola chiusa ma appena le riceverò... volerò, sarò una spanna sopra tutti, vi lascerò a dir poco senza fiato.
per questa volta ho deciso per il colore nero, strano non è da me ma secondo me vincevano decisamente.
e comunque sono tutta eccitata e non solo per le mie scarpe mega galattiche e futuristiche con le ali ai piedi, ma di questo vi racconterò un altro giorno, ci vorrebbe una faccetta che strizza l'occhio o lo sguardo con gli occhioni e le ciglia che sbattono (che fan l'aria come mi hanno detto nei giorni scorsi)...ma accontentatevi della vostra immaginazione!





l'ali aka mercurio